Adobe Flash Player (Chrome, Firefox & Opera)

32.0.0.403

Adobe Flash Player (Chrome, Firefox & Opera) serve per riprodurre contenuti multimediali nel web riducendo la larghezza di banda e aumentando la velocità

8/10 (213 Voti)

Nel 1996, ad opera di Macromedia, anche se successivamente fu acquisito da Adobe, fece la sua comparsa Flash Player. Questo lettore multimediale, creato originariamente per mostrare animazioni vettoriali in due dimensioni, finì per diventare il mezzo preferito per la creazione di applicazioni web che includessero audio, video ed elementi interattivi. Il vantaggio stava nel fatto che poteva ridurre la larghezza di banda necessaria e, quindi, il tempo di caricamento delle applicazioni.

Il plugin per riprodurre contenuti web multimediali che è diventato quasi onnipresente.

Diventò un plugin presente praticamente in qualsiasi browser, poiché il suo formato SWF poteva essere considerato al livello di standard grazie all'uso massiccio nel web design. Tuttavia, il suo formato SWF e lo stesso Adobe Flash Player (Chrome, Firefox & Opera) sono caduti in disuso, con controversie circa la sicurezza, man mano che è andato estendendosi l'uso dell'HTML5.

Caratteristiche di Flash

Questo plugin che offriva, in browser come Chrome, Opera o Firefox, la possibilità di riprodurre contenuti multimediali, contava su caratteristiche come le seguenti:

  • Riproduzione di contenuti multimediali, video e applicazioni come giochi su schermi e browser.
  • Nuove funzioni per gli sviluppatori di applicazioni, come l'accelerazione hardware, l'uso di dati vettoriali, il supporto per il testo avanzato o la generazione dinamica del suono.
  • Maggiore controllo della privacy dell'utente mediante la gestione della memoria locale.

Polemiche con gli sviluppatori

La tecnologia sviluppata da Adobe ha contribuito a potenziare il lato multimediale di Internet per anni. Siti come YouTube e altri portali di video o giochi online ne hanno approfittato per rendere i loro contenuti disponibili per qualsiasi browser.

Tuttavia, negli ultimi anni, sono sorte diverse polemiche in merito alle vulnerabilità di Flash e a come queste possano essere sfruttate dai pirati informatici per ottenere accesso remoto a un computer. Così, aziende come Mozilla o Google hanno ritirato il supporto dai loro browser (Firefox e Chrome), unendosi ad altri che lo avevano già ritirato dai loro prodotti.

L'arrivo dell'HTML5 sembra averlo condannato definitivamente, in quanto questo linguaggio di programmazione web integra tag con codec per la riproduzione di elementi multimediali nello stesso codice, rendendo non più necessaria l'installazione di plugin nel browser.

Novità dell'ultima versione

  • Correzioni di bug ed errori di sicurezza.
Erika Cecchetto
Erika Cecchetto
Adobe
Oggi
08/03/20
1.2 MB

Vogliamo sapere la tua! Ti va di lasciarci una recensione?

Disconnesso

Disconnesso